testata ADUC
 USA - USA - Cannabis legale. Consumarla rispettando l’ambiente
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
8 gennaio 2021 17:05
 
Il Sierra Club, che storicamente non si è occupato di cannabis - in assenza di regolamenti di agenzie federali come la Food and Drug Administration o il Dipartimento dell'Agricoltura - ha pubblicato una guida per procurarsi marijuana salvaguardando l'ambiente.
"La maggior parte vive in stati in cui può consumare legalmente cannabis terapeutica o ricreativa". Il neo-mercato legale può creare confusione.
Ecco cinque suggerimenti soprattutto per i sempre più numerosi mercati online.

- Biologico
La marijuana rimane illegale a livello federale e le aziende non hanno una certificazione biologica standard. E’ bene cercare etichette Clean Green o Sun+Earth, terze parti con standard rigorosi che aiutano le aziende per una certificazione formale.

– Coltivata all'aperto
La coltivazione di cannabis indoor può essere non ecologica, basandosi sull'illuminazione elettronica. Non è così per i fiori coltivati all'aperto. "Un Kg di cannabis coltivata indoor comporta 4.600 Kg di emissioni di anidride carbonica, come guidare in Usa da costa a costa 11 volte".

- Confidenza con il produttore
Il mercato illegale non scompare anche quando l’erba è legale. I venditori illegali potrebbero usare pesticidi nocivi o coltivare su terreni danneggiando la fauna circostante.
Secondo uno studio del 2019 la coltivazione illegale nelle foreste nazionali è diminuita dopo la legalizzazione in Oregon e nello Stato di Washington.
La guida rileva che alcuni Stati incoraggiano le aziende produttrici ad iscriversi a programmi di risparmio energetico.
In Colorado sono stati lanciati programmi pilota per la cooperazione sostenibile tra i mercati di cannabis e alcolici utilizzando l'anidride carbonica emessa dalla fermentazione per la crescita delle piante di marijuana.

- Prodotti certificati
Testati per metalli pesanti, muffe e altre sostanze pericolose.

– Attenzione all'imballaggio
Plastica e imballaggi sono un problema ambientale. Prodotti con confezioni ecologiche può mitigarlo. Alcune aziende usano plastica riciclata dall'oceano o a base di canapa.

La guida dà anche suggerimenti per prodotti a base di cannabis.
Per gli edibili, sono migliori i prodotti vegani. Indipendentemente dal credere che il vagano sia un’alternativa, è vero che l'agricoltura animale è eccessivamente inquinante e richiede molte risorse.
Per il fumo, le pipe di vetro, riducedo rifiuti e produzione, sono "più rispettose dell’ambiente" rispetto alle cartine.
E’ bene acquistare fiori in barattoli invece che singoli pre-roll, "per ridurre gli imballaggi usa e getta".
Per lo svapo, sono meglio le cartucce riciclate.
Intanto, in Montana, un'iniziativa approvata dagli elettori per legalizzare la cannabis prevede, per la tutela ambientale, una quantità significativa di entrate fiscali da vendite di marijuana.

(da un articolo di Kyle Jaeger su Marijuana Moment del 07/01/2021)

CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori