testata ADUC
 MONDO - MONDO - Eroina e somministrazione controllata. Convegno
Scarica e stampa il PDF
Notizia di Carla Rossi
26 febbraio 2020 17:13
 
Nell’ambito di uno degli eventi collaterali (side event), che si terranno in occasione della 63esima riunione della Commission on Narcotic Drugs dell’Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine, il Partito Radicale presenterà nuovamente a Vienna la richiesta per attivare anche in Italia il protocollo “svizzero”, ovvero la terapia con somministrazione controllata di eroina (HAT), a sostegno dei tossicodipendenti eroinomani non rispondenti alle terapie standard. Terapia che ufficialmente fu già richiesta, da parte del Partito Radicale in Italia nel 2007 in forma sperimentale, ma il Governo italiano poco dopo cadde e nessuno più ci pensò.

Sull’efficacia della terapia HAT esiste amplissima evidenza scientifica, di cui si fornirà bibliografia, ma ora l’attivazione è diventata molto urgente dato che l’OCSE ha dedicato un libro intero alla ripresa dell’epidemia di eroina e oppioidi nei paesi occidentali.
Nel libro OCSE si mostra come in quasi tutti i paesi occidentali si è osservato notevole aumento dei decessi per oppioidi negli anni dal 2011 al 2016. Tale aumento non si è mai osservato però in Svizzera, che è ancora l’unico Paese in cui la terapia HAT è fornita a tutti i soggetti, che ne hanno bisogno, gratuitamente da più di 20 anni.
Mostreremo i molteplici aspetti positivi di HAT con Christopher Hallam di International Drug Policy Consortium e si parlerà anche dell’effetto dell’ibocaina, come possibile sostituto del metadone, da parte di Maja Kohek di ENCOD (European Coalition for Just and Effective Drug Policies).

Heroin and Ibogaine Assisted Treatments in the Era of the Opioids Crisis
Organizzata da
European Coalition for Just and Effective Drug Policies
and
Nonviolent Radical Party Transnational Transparty
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori