testata ADUC
 CILE - CILE - Legalizzazione droghe. Ipotesi del Governo
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
21 febbraio 2021 19:34
 
Il sottosegretario all'Interno, Juan Francisco Galli, e il direttore della Senda (Servicio Nacional para la Prevención y Rehabilitación del Consumo de Drogas y Alcohol), Carlos Charme, hanno fatto sapere che la possibilità di legalizzare il mercato della droga è discutibile e che ciò potrebbe aiutare una maggiore regolamentazione.
Le sue parole arrivano dopo che l'ex capo dell'Osservatorio sulle droghe dell'Organizzazione degli Stati americani (OAS), Álvaro Briones, in una intervista ha parlato della possibilità di legalizzare questo mercato.
“Dobbiamo fare affidamento sulle prove. Questo ci dice che il traffico di droga è direttamente associato alla violenza e all'uso di armi da fuoco e, quindi, lo Stato deve affrontarli con decisione”, ha detto a Radio Cooperativa.
"Non so se vogliamo fare del Cile uno stato sperimentale in cui le droghe siano legalizzate", ha detto il sottosegretario agli Interni. "Chiedo prudenza, e questo implica non dare incoraggiamenti con firme di organizzazioni internazionali, come se suggerissero un certo appoggio alla proposta”.
Carlos Charme sostiene che “la premessa che la legalizzazione del mercato nero finisca immediatamente, non è supportata da prove. In Uruguay, tra il 2017 e il 2018, nonostante la legalizzazione della marijuana, i sequestri sono aumentati del 30 per cento ... Il che significa che ci sono ancora più droghe di prima”.
(da CE NoticiasFinancieras del 21/02/2021)
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori