testata ADUC
 INDIA - INDIA - Sigaretta elettronica. Vietata in tutti i modi e contesti
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
19 settembre 2019 12:57
 
Dopo il recente annuncio di un divieto nello stato americano di New York di commercializzare sigarette elettroniche aromatizzate sul suo territorio, l'India ha vietato l'uso di sigarette elettroniche. "La decisione è stata presa considerato l'impatto che le sigarette elettroniche hanno sui giovani d’oggi", ha dichiarato il ministro delle finanze Nirmala Sitharaman in una conferenza stampa. È diventato molto di moda provarle, usarle", ha aggiunto. Un ordine emesso dal governo del Primo Ministro Narendra Modi vieta la produzione, l'importazione o l'esportazione, il trasporto, lo stoccaggio e la vendita di sigarette elettroniche. La prima infrazione è punibile con un anno di reclusione e/o 100.000 rupie (1.270 euro), fino a 3 anni e/o 500.000 rupie (6.300 euro) in caso di recidiva.
Le sigarette elettroniche, considerate "innegabilmente dannose" in un recente rapporto dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), hanno recentemente dovuto affrontare un inasprimento delle normative in tutto il mondo, in particolare negli Stati Uniti. Lo svapo è il processo di inalazione di vapori creato riscaldando un liquido ad alta temperatura, che di solito contiene nicotina, all'interno della sigaretta elettronica. Sta guadagnando popolarità dalla sua apparizione a metà degli anni 2000. Il processo è presentato dai suoi sostenitori molto meno pericoloso per la salute rispetto alle sigarette tradizionali, ma i legislatori e le autorità sanitarie di tutto il mondo temono che alla fine porterà i giovani a fumare tabacco.
(AFP)
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori