testata ADUC
Aduc - Osservatorio Firenze. Anche l'autovelox in viale Gramsci e' irregolare
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
18 ottobre 2010 13:11
 
 Anche l'autovelox in viale Gramsci (direzione P.zza Donatello, altezza n. civico 44) è a nostro avviso irregolare perché sprovvisto di segnaletica adeguata.
Il decreto di attuazione dell’art. 142 del Codice della Strada (1) dispone che non vi siano tra il segnale e il luogo di effettivo rilevamento intersezioni stradali che comporterebbero la ripetizione del cartello. La ratio di questa disposizione è facilmente intuibile: senza quella ripetizione, viene negato il diritto di preavviso a chi si immette nella strada dove è posizionato l'autovelox.
Nel caso di viale Gramsci, risulta assente il segnale di preavviso per chi proviene da viale Mazzini/viale Bernardo Segni. Il cartello di preavviso è infatti posizionato all'incrocio con viale Segni, ma non è visibile da chi si immette su viale Gramsci. Per rispettare la legge sarebbe bastato posizionare o ripetere il cartello dieci metri dopo l'incrocio.
Gli automobilisti che sono stati multati in viale Gramsci, e che ancora non hanno pagato, possono quindi ricorrere al Giudice di pace per chiedere l'annullamento del verbale per irregolare segnalazione dell'autovelox. Se si sono ricevuti più verbali con lo stesso autovelox, è possibile fare un ricorso cumulativo.
La situazione fiorentina per la prevenzione dell'eccesso di velocita' e', quindi, molto precaria. Dopo il caso di viale Etruria ora viale Gramsci e domani? Invitiamo i cittadini a farci tutte le dovute e necessarie segnalazioni perche' il controllo della nostra sicurezza sia riportato negli ambiti della legalita' dei codici.
Per informazioni, l'Aduc offre consulenza attraverso il suo sito Internet www.aduc.it o, dal lunedi' al venerdi' dalle 15 alle 18 recandosi presso la sede in Via Cavour 68, o chiamando il numero 895.96.97.997 (lun-ven, ore 10-18).

(1) Decreto Ministero Trasporti del 15/08/2007





Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori