testata ADUC
Tim Prime si autosospende. Dopo denuncia Aduc e diffida Agcom. Come 'stare in campana' per non farsi fregare
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Vincenzo Donvito
6 aprile 2016 12:02
 
 La Telecom ha reso noto di aver sospeso l'applicazione di Tim Prime, un servizio che aveva concepito per appioppare ai suoi utenti dei servizi aggiuntivi spacciandoli per modifiche contrattuali (vietate dalle norme se non dopo esplicita accettazione da parte dell'utente).
Telecom sostiene di aver preso questa decisione con l'obiettivo "primario di mantenere il rapporto di assoluta trasparenza con i propri clienti e di assicurare un confronto aperto, sereno e costruttivo con le Autorita'"
Aduc ha subito lanciato l'allarme quando e' cominciato il martellamento pubblicitario, presentando un esposto all''Antitrust per pratica commerciale scorretta , e l'autorita' aveva gia' deciso di avviare la procedura di verifica, mentre l'Agcom (Autorita' per le garanzie nelle Comunicazioni) aveva gia' diffidato Telecom nel procedere con questa iniziativa.
C'e' da ricordare che la Telecom non aveva fatto altro che emulare altrettanta iniziativa gia' intrapresa e sanzionata dall'Antitrust da parte di Vodafone che comunque, tra lancio dell'iniziativa e sanzione di 1 milione di euro ottenuta anche in questo caso grazie a denuncia di Aduc, aveva gia' guadagnato 239 milioni di euro e, per il blando provvedimento dell'Autorita', allo stato dei fatti, e' garantito che ne guadagnera' tanti altri in piu'.
Per la giornata odierna era attesa altrettanta decisione su una diffida in merito da parte di Antitrust e, probabilmente, Telecom ha voluto anticipare per evitare di fare una figuraccia e magari -non c'e' da stupirsi mai quando si ha a che fare con questi colossi delle Tlc- aggiustare il tutto per trovare un metodo piu' sofisticato e meno volgare di fregare i propri utenti appioppandoli servizi non richiesti.
Quindi oggi la situazione e' questa: Telecom si autosospende, la nostra denuncia all'Antitrust viene meno nello specifico, ma la nostra intenzione di procedere con una class action qualora la nuova gabola di Telecom verra' fuori -dopo altrettanta e nuova denuncia all'Autorita'- e' piu' che mai valida e siamo pronti ad affrontarla.
Nel frattempo, tutti coloro che hanno ricevuto gia' la comunicazione da Telecom per l'avvio di Tim Prime, con la consapevolezza che non dovrebbe partire e nulla dovrebbe essere addebitato sulla loro bolletta, stiano molto vigili, segnalando nel caso l'inadempienza sia all'Antitrust che a noi .
 
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori