testata ADUC
Vulcano islandese. Enac multa Ryanair per 3 milioni. 'Bruscolini' per chi specula in modo arrogante. Cambiare le norme, aggravare le sanzioni
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Vincenzo Donvito
15 maggio 2010 14:12
 
L'Enac, Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, comunica che, al termine delle indagini svolte, ha comminato alla compagnia aerea Ryanair multe per 3 milioni di euro circa per aver violato in 178 casi gli obblighi di assistenza ai passeggeri stabiliti dalla legge in caso di cancellazione del volo.
Ci sembra un provvedimento dovuto, ma non basta.
Oltre alle numerose segnalazioni dei viaggiatori che nel tempo sono servite a documentare il comportamento di questa compagnia, nello specifico, coinvolto a Madrid un avvocato del nostro studio legale, abbiamo denunciato il comportamento illecito ed arrogante del vettore .
Non basta, pero'! Questo non fermera' il comportamento di questa compagnia! Tre milioni di euro sono “bruscolini” per un vettore di quel livello quantitativo che, fatti i propri calcoli, valutera' come accettabile il pagamento di un simile importo rispetto a quanto avrebbe dovuto spendere per rispettare i diritti dei passeggeri che trasporta. E' come le multe che l'Autorita' delle Comunicazioni e Antitrust comminano ai gestori telefonici che ogni giorno truffano gli utenti: sono forse servite a far diminuire illeciti e truffe? No, questi ultimi sono in aumento e i vari gestori inseriscono nei loro budget anche queste multe i cui irrisori importi sono facilmente recuperabili rispetto alle entrate da illeciti e truffe.
Perche' Ryanair dovrebbe fare il contrario?
Perche' cio' non accada, c'e' un solo metodo: comminare sanzioni in percentuale rispetto al fatturato, con numeri in crescita rispetto alla gravita' dell'illecito.
Ryanair se la cavera' con questi “bruscolini” dell'Enac, anche perche', come nel caso del nostro avvocato bloccato a Madrid, sono pochissimi i viaggiatori che poi proseguono, oltre alle denunce alle specifiche autorita' di controllo (come l'Enac), con la richiesta rimborso danni in sede civile.
Nella nostra esperienza e con le quotidiane informazioni che riceviamo da chi ci chiede consigli, abbiamo imparato che la timidezza delle autorita' preposte e' solo un incentivo perche' quelli come Ryanair si organizzino solo meglio per continuare a violare i diritti dei passeggeri.
Nei prossimi giorni, anche in sede parlamentare, proporremo sostanziali modifiche alle attuali normative che, come nel caso Enac/Ryanair, non contribuiscono a qualita' dei servizi, dei diritti e dell'economia.

- Qui i nostri consigli per i disastri del vulcano islandese
- Qui alcune valutazioni scientifiche e di sicurezza su quanto sta accadendo col vulcano
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori