testata ADUC
Publiacqua denunciata all'Antitrust per pratica commerciale scorretta
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
11 novembre 2013 14:39
 
 Oggi abbiamo inviato all'Autorita' garante della concorrenza e del mercato una denuncia contro Publiacqua spa, in cui chiediamo all'Antitrust di verificare se nella pratica che segnaliamo possa la stessa rilevare gli estremi di una pratica commerciale scorretta
….......
espone quanto segue
La societa' Publiacqua spa, che gestisce in modo esclusivo il servizio idrico dell'area metropolitana di Firenze, Prato, Pistoia e parte di Arezzo, nonostante le ultime modifiche legislative in materia di condominio, continua ad applicare le vecchie norme a danno degli utenti del proprio servizio.
Per quanto riguarda queste modifiche, si tratta di quelle relative all'art.18 di questa nuova legge che ha modificato l'art.63 delle disposizioni per l'attuazione del codice civile, che dicono: "....I creditori non possono agire nei confronti degli obbligati in regola con i pagamenti, se non dopo l'escussione degli altri condomini....". Publiacqua, non puo' tagliare il servizio di un intero palazzo perche' un condòmino non ha pagato la bolletta, ma ne puo' pretendere il pagamento dal condominio solo dopo che avra' esperito tutti i tentativi di legge per riscuotere il dovuto. Si veda il comunicato in allegato distribuito in data 09/11/2013, da cui si evince anche il comportamento di Publiacqua spa che qui denunciamo
In allegato inoltre:
- articolo del quotidiano La Nazione del 09/11/2013 che ha dato vita al comunicato di cui sopra;
- articolo del quotidiano La Nazione del 11/11/2013 di commento della situazione, da cui si evince che Publiacqua sia al corrente della situazione normativa modificata dallo scorso giugno, ma scarica le responsabilita' sui singoli letturisti; come se il fatto di essere una spa di capitale pubblico (gli azionisti sono i medesimi Comuni che usufruiscono del suo servizio) la esentasse da una ricerca in merito prima di provvedere al taglio di un servizio di primaria importanza per decine e decine di persone; e non, piuttosto, proprio in virtu' degli interessi che i Comuni dovrebbero svolgere nei confronti dei loro amministrati, accertarsi prima di procedere ad un taglio cosi' drastico e dannoso per i propri utenti, al contempo anche amministrati.
Alleghiamo inoltre due recenti lettere da noi ricevute nel periodo in cui sono gia' in vigore le nuove norme sul condominio.
Per queste ragioni chiediamo all'Autorita' se voglia ravvedere in questi comportamenti di Publiacqua spa gli estremi di una pratica commerciale scorretta

Qui il testo completo della denuncia

Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori