testata ADUC
 USA - USA - Crisi oppioidi colpa dell'amministrazione Obama?
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
14 marzo 2019 9:10
 
L'overdose di oppioidi sintetici, principalmente il fentanyl - 50 volte più potente dell'eroina - ha provocato, negli Stati Uniti, la morte di 67.000 persone tra il 2013 e il 2017. Il presidente Donald Trump, di fronte alla maggiore crisi riguardante la droga nella storia degli Stati Uniti, ha dichiarato l'"emergenza sanitaria nazionale" per fermare l'"epidemia", provocata soprattutto dall'abuso delle prescrizioni (questi oppioidi vengono usati come antidolorifici) di medici complici delle case farmaceutiche. Come si è arrivati a questa situazione? Un lungo reportage del Washington Post racconta il fallimento dell'amministrazione Obama, che ha sottovalutato i dati e gli avvertimenti degli esperti. Nel maggio 2016, un gruppo di undici esperti scrisse una lettera privata a funzionari di alto livello dell'amministrazione di Barack Obama, chiedendo un intervento immediato, visto che migliaia di persone stavano morendo di overdose, e di dichiarare il fentanyl "un'emergenza sanitaria". L'amministrazione, però, non fece nulla. Si trattò, secondo il quotidiano, di una delle tante opportunità mancate.
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori