testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Maltempo Firenze. Autostrade rimborsa?
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
24 dicembre 2010 9:42
 
Sono tre le fasce di indennizzo concordate da Autostrade per l'Italia e le associazioni dei consumatori per gli automobilisti che, a causa dell'emergenza maltempo, sono rimasti bloccati in autostrada tra venerdi' 17 e sabato 18 dicembre nel tratto fiorentino dell'A1 tra Firenze e Arezzo. L'indennizzo, si legge in una nota, che dovra' essere richiesto attraverso una procedura conciliativa, e' articolato in base alla gravita' del disagio subito.
Prima fascia (fino alle ore 20.00): per coloro rimasti bloccati fino alle ore 20.00 di venerdi' 17 sara' corrisposto il rimborso del pedaggio eventualmente pagato. Nessun addebito invece per i titolari di Viacard e Telepass. Seconda fascia (dalle 20.00 alle 23.00): per coloro rimasti bloccati dalle ore 20.00 alle ore 23.00 di venerdi' 17 in aggiunta al rimborso del pedaggio (o il non addebito su Viacard e Telepass) verra' corrisposto un indennizzo di 100 euro a veicolo attraverso una Viacard ad hoc. Terza fascia (oltre le 23.00): per coloro che sono rimasti bloccati dopo le ore 23.00 di venerdi' 17 oltre al rimborso del pedaggio (o il non addebito su Viacard e Telepass) sara' corrisposto un indennizzo di 300 euro (cash) a veicolo. Per casi particolari, i disagi subiti dai passeggeri al seguito saranno esaminati caso per caso nella procedura di conciliazione, come pure in caso di passeggeri di pullmann.
Dal 27 dicembre sara' disponibile sul sito www.autostrade.it l'apposito modulo per presentare la domanda di conciliazione per l'indennizzo. Il modulo si basa sull'autocertificazione dell'interessato attestante l'entrata e l'uscita dai caselli dell'autostrada. In assenza di ricevute dei pedaggi, la societa' Autostrade si riserva di verificare la veridicita' delle affermazioni contenute nell'autocertificazione.
Intanto, sono sempre valide le indicazioni da noi fornite.

Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori