testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Droga. Il sen Gasparri si ricorda di essere fascista
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
8 marzo 2019 8:42
 
''Ma Salvini perché non allontana dal Viminale il sottosegretario grillino Sibilia, che propone di legalizzare le droghe sostenendo bugie, falsità e sciocchezze da tempo smentite?" Lo chiede il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri. "È già uno scandalo -afferma- che possa varcare il portone del Viminale con responsabilità di governo una persona che più volte ha detto enormi castronerie. Sibilia è colui che parlava dei danni delle scie chimiche, è quello che negò lo sbarco sulla luna degli americani. Evidentemente ciò che vuole legalizzare potrebbe già avere fatto effetti su quanti dicono fesserie di questa portata". "Che vergogna questa gente al governo, che umiliazione per lo Stato vedere persone di questo genere in luoghi dove si devono tutelare la sicurezza e gli interessi fondamentali dei cittadini italiani. Salvini lo metta alla porta -conclude Gasparri- e dica che nessun suo sottosegretario può parlare di droga legale".
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori