testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Ricerca e sviluppo. 1,3% del PIL... ben sotto la media europea. Istat
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
19 settembre 2019 9:00
 
Sempre inchiodata all’1,3% del PIL la spesa in ricerca e sviluppo in Italia, ben sotto la media europea e dei paesi OCSE. Nel suo nuovo rapporto, l’ISTAT riferisce una spesa complessiva di 23,8 miliardi spesi nel 2017. Il 55,5% proveniente dai privati, il 32,3% dal pubblico, l’11,7% dall’estero, lo 0,8% dalle università. Crescono soprattutto gli investimenti dall’estero, sia della Commissione europea sia delle aziende. A prezzi correnti la spesa quindi sale rispetto al 2016 del 2,7%, con un incremento sul PIL dello 0,01%. Per il 2018 e il 2019, l’ISTAT misura un altro lieve aumento (dati preliminari). La ricerca applicata si conferma il tipo di ricerca più finanziato (42,1%) seguito dallo sviluppo sperimentale (35,7%) e dalla ricerca di base (22,2%). “L’aumento della spesa si concentra interamente sullo sviluppo sperimentale (+2,3% rispetto al 2016) a scapito della ricerca pura e di quella applicata per le quali si rileva una diminuzione dell’1 e 1,2%” afferma l’ISTAT
(Scienza in Rete)
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori