testata ADUC
 USA - USA - Cannabis terapeutica. Il CBG contro il tumore glioblastoma
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
20 febbraio 2021 11:08
 
Il glioblastoma è il tumore più aggressivo tra quelli cerebrali primari. Come con altri tumori, l'incidenza del glioblastoma è in aumento; nonostante le terapie moderne, la sopravvivenza media complessiva dei pazienti dopo la diagnosi è in media di circa 16 mesi, un dato che non è cambiato da molti anni. Il cannabigerolo (CBG) è stato segnalato solo di recente per prevenire la progressione di alcuni carcinomi e non è stato ancora studiato nel glioblastoma. Nello studio sono stati confrontati gli effetti citotossici, apoptotici e anti-invasivi del cannabinoide naturale purificato CBG insieme a CBD e THC su cellule tumorali di glioblastoma differenziate stabilite e cellule staminali di glioblastoma. Il CBG e il THC hanno ridotto la vitalità di entrambi i tipi di cellule in misura simile, mentre la combinazione del CBD con il CBG era più efficiente che con il THC. CBD e CBG, sia da soli che in combinazione, hanno indotto l'apoptosi cellulare dipendente dalla caspasi e non vi era alcun effetto additivo del THC. Da notare, il CBG ha inibito l'invasione del glioblastoma in modo simile al CBD e alla temozolomide chemioterapica. E’ stato dimostrato che il THC ha poco valore aggiunto nel trattamento del glioblastoma cannabinoide combinato, suggerendo che questo cannabinoide psicotropo dovrebbe essere sostituito con CBG in futuri studi clinici sulla terapia del glioblastoma.

per approfondimenti

(da Cell, Vol.10, Fasc. 2-2021)
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori